Minori e Maiori: alla scoperta dell’autentica Costiera Amalfitana

Chi decide di trascorrere un periodo nella meravigliosa Costiera Amalfitana, spesso si lascia stregare dalle bellezze di Amalfi o sedurre dall’aria di eleganza e raffinatezza che si respira a Positano: tuttavia, ci sono anche località dove è possibile conoscere questa zona della Campania in tutta la sua autenticità.

In particolare, Minori e Maiori sono due paesi che a primo impatto potrebbero sembrare meno “patinati” rispetto ai cugini più famosi, ma chi si sofferma per dare un’occhiata più approfondita scopre un’atmosfera unica e genuina perfetta per chi ama il relax, la cultura e la buona cucina.

E, altro aspetto da non sottovalutare, alloggiare qui è decisamente meno costoso rispetto alla media degli hotel presenti sulla costa, ma allo stesso tempo non si deve rinunciare ai panorami mozzafiato e alla possibilità di raggiungere in poco tempo le altre perle della zona.

Incastonati fra le coltivazioni di limoni e il mare azzurro, questi paesi offrono a ogni viaggiatore antichi palazzi di grande bellezza, spiagge dove dimenticarsi della solita routine e tuffarsi nell’acqua cristallina e percorsi dove fare escursioni in mezzo ai colori e ai profumi della macchia mediterranea. Scopriamo dunque insieme i borghi di Minori e Maiori!

Chiamata anticamente Rheginna Minor (nome le cui origini si perdono nel tempo), questa città di circa 2500 abitanti si è meritata nei secoli la denominazione di Eden in quanto le condizioni climatiche sono particolarmente favorevoli: alla temperatura mite della costa, infatti, si aggiunge un’ottima posizione che permette al nucleo abitato di ripararsi dal vento e dal freddo anche in inverno. Vediamo le attrazioni da non perdere visitando questo luogo.

La villa romana

Che Minori sia una località di villeggiatura, era chiaro già in epoca antica: basta osservare la meravigliosa villa romana che dal 1950 viene portata alla luce da scavi archeologici mirati. Appartenuta a un esponente dell’aristocrazia romana, questa lussuosa e bellissima abitazione risalente al I secolo è corredata di mosaici, terme e ninfeo.

Basilica di Santa Trofimena

Questo bell’edificio religioso risale al 1700, quando la popolazione decise di costruire una nuova struttura sulle rovine del palazzo precedente.

Maestosa e decorata da stucchi, la chiesa custodisce le reliquie di Santa Trofimena, una martire di origini siciliane le cui ossa, secondo la leggenda, arrivarono a Minori via mare.

Si possono osservare nella cripta, caratterizzata da un vivace stile barocco e tutt’oggi al centro della vita religiosa della città.

Pasticceria Sal De Riso

Se decidete di passare da qui, non potete rinunciare a uno o più assaggi nella pasticceria più famosa della Costiera Amalfitana: Sal De Riso.

Qui troverete torte e pasticcini a base di limone da accompagnare a liquori tipici prodotti secondo la tradizione artigiana del luogo: un ottimo modo per serbare un “dolce” ricordo della località!

Maiori: la città di sangue blu con la spiaggia più ampia della Costiera Amalfitana

cosa vedere a maiori
@fabrizio_road / instagram

Ad appena due chilometri da Minori troviamo Maiori, che in tempi antichi veniva chiamata Reghinna Maior per le dimensioni maggiori (oggi conta circa 5000 abitanti): in epoca moderna assunse anche la denominazione di “città regia” in quanto qui si potevano trovare diversi palazzi nobiliari.

Oggi questo paese offre ai viaggiatori un tratto di litorale di grandi dimensioni dove si possono trovare ben 15 stabilimenti balneari: l’ideale per chi ama nuotare. Vediamo cos’altro si può visitare a Maiori.

Spiagge di Maiori

Abbiamo già menzionato come la città vanti una spiaggia di grandi dimensioni: è un tratto di costa che si allargò nel 1954 a seguito dell’alluvione che colpì Salerno.

Per questo motivo è caratterizzata da sabbia scura di origine vulcanica, differente rispetto al resto dei lidi di ciottoli tanto comuni nel territorio di Amalfi.

Non mancano neanche le cale più piccole (e tranquille) come la suggestiva spiaggia di Glauco e quella di Capo d’Orso: sicuramente ognuno potrà trovare quella che fa al caso suo.

Collegiata di Santa Maria a Mare

Il principale luogo di culto della città fu fondato nel XII secolo allargando quella che era già la chiesa di San Michele Arcangelo per meglio ospitare una statua della Vergine che, secondo la leggenda, è miracolosa.

La tradizione racconta come la scultura lignea arrivò galleggiando proprio sui lidi di Maiori, come se avesse “scelto” di essere conservata qui, dove si può vedere ancora oggi.

Non dimenticate di visitare il piccolo ma fornito museo di arte sacra e di osservare le cupole esterne ricoperte di maioliche che con i loro colori caratterizzano il paesaggio della zona da Positano a Vietri sul Mare: una meraviglia che ha convinto l’Unesco a dichiarare l’intero tratto Patrimonio dell’Umanità.

Torre dei Normanni

Nel caso vogliate fare il pieno di storia e… di gusto, dirigetevi verso la spiaggia di Maiori dove troverete la cosiddetta Torre dei Normanni.

Questa antica struttura veniva utilizzata per osservare il mare e avvertire i paesi vicini in caso di incursioni nemiche, ma oggi è stata trasformata in uno dei ristoranti più rinomati della costa dove assaporare le tante delizie della cucina campana.

Potrete regalarvi delle superlative portate di pesce, frutti di mare e agrumi affacciati sul meraviglioso mare blu: un’ottima occasione per scattare qualche spettacolare foto ricordo!

Il Sentiero dei Limoni, una passeggiata incantevole fra cielo e mare

sentiero dei limoni in costiera amalfitana

La distanza che separa Minori e Maiori è veramente minima, ma è anche vero che il traffico fra una località e l’altra della zona può diventare esagerato, soprattutto in alta stagione. Per questo motivo vi consigliamo di percorrere il Sentiero dei Limoni.

Basta partire dalla Collegiata di Santa Maria a Mare per trovarsi su un sentiero dove il giallo dei limoni si fonde con il verde della macchia mediterranea, l’azzurro del cielo e il blu del mare: si tratta di un sentiero che veniva utilizzato dai coltivatori per spostarsi da un paese all’altro, così come fa ancora oggi chi si dedica a crescere queste delizie.

Molto semplice da percorrere, il percorso non presenta grandi dislivelli anche occorre salire e scendere da qualche rampa di scale: tuttavia basta un’ora per passare da Maiori a Minori evitando lo smog, le macchine e il nervosismo.

Assolutamente da non perdere il villaggio di Torre, un sonnacchioso centro abitato dove il tempo sembra essersi fermato e che ospita il belvedere della mortella, una terrazza panoramica dove abbondano le piante di mirto (“mortella”, in dialetto). 

Se la passeggiata si rivela troppo impegnativa o in caso di necessità sappiate che è possibile prendere una navetta proprio da qui per dirigersi negli altri paesi della costa.

Come arrivare a Minori e Maiori

Per arrivare a Minori e Maiori in automobile, è necessario uscire dall’autostrada A3 per dirigersi sulla statale 163, uscendo a Vietri sul Mare e procedendo in direzione Amalfi.

Se non volete guidare, potete optare per i bus e le navette della SITA, la compagnia che opera per tutta la Costiera Amalfitana, soluzione quasi obbligata in quanto in nessuna delle due località troverete una stazione ferroviaria.

Per approfittare meglio delle splendide giornate estive e dei colori della riviera potete anche viaggiare via mare: numerose compagnie offrono collegamenti via traghetto e aliscafo da Amalfi, Positano e Salerno per raggiungere sia Minori che Maiori.

I migliori hotel di Minori e Maiori

Tranquillità, aria pura e un panorama mozzafiato sono solo alcuni degli aspetti che convincono ogni anno migliaia di turisti a fermarsi a Minori e Maiori: qui si possono trovare strutture alberghiere per tutti i gusti e per tutte le tasche, dai B&B agli hotel extra lusso con vasca idromassaggio. Ecco qualche suggerimento per un soggiorno ancora più indimenticabile.

Hotel Sole Splendid

hotel splendid maiori
Hotel Splendid – Foto: Booking.com

Situato a Maiori nelle immediate vicinanze della spiaggia, questo hotel a 4 stelle offre ai propri ospiti un servizio impeccabile e delle bellissime camere decorate da ceramiche di Vietri.

Scegliete le stanze con vista mare per svegliarvi ogni giorno con una vista da cartolina e non scordatevi di provare la vasta scelta di pietanze per la colazione, con scelte adatte anche a chi è intollerante al glutine o preferisce la dieta vegetariana.

Per prezzi e disponibilità, cliccate qui.

Hotel Settebello

hotel settebello minori
Hotel Settebello – Foto: Booking.com

Comodissimo a tutti i servizi, questo albergo di Minori è caratterizzato da stanze in puro stile mediterraneo e da un ristorante molto rinomato dove gustare ottimi piatti di mare. È anche molto vicino alla spiaggia del paese, quindi vi basterà pochi passi per fare una bella nuotata rinvigorente o un sonnellino rilassante al sole.

Per prezzi e disponibilità, cliccate qui.

Limoneto di Teresa Amalfi Coast

limoneto di teresa costiera amalfitana
Limoneto di Teresa – Foto: Booking.com

Gli hotel di Minori e Maiori non vi attirano o volete passare la vostra vacanza nel verde?

Allora scegliete le case vacanza del Limoneto Teresa, incantevoli costruzioni che si trovano nel bel mezzo dei terrazzamenti dove crescono i famosi agrumi.

Negli appartamenti troverete tutte le comodità necessarie per il vostro soggiorno come phon, asse da stiro, cucina e frigorifero. Inoltre, è disponibile anche il parcheggio gratuito, una rarità visto lo sviluppo verticale delle località amalfitane.

Per prezzi e disponibilità, cliccate qui.

Conclusione

In questo articolo vi abbiamo rivelato tutti i segreti di alcuni dei paesi meno conosciuti della meravigliosa costa di Amalfi, ma ora tocca a voi andare di persona a scoprirli! Avete già deciso da dove iniziare?

error: Content is protected !!