La leggenda di Montepertuso

Tutti sappiamo che Positano è per certo la punta di diamante di tutta la Costiera Amalfitana: la bellezza di questo luogo è nota a chiunque e, nonostante l’intera costa sia ricca di scorci memorabili e luoghi incredibili, questa piccola città resta unica nel suo genere.

Piccoli borghi colorati, grotte, tranquille spiagge e lunghe scalinate per iniziare le vostre escursioni: questo, e tanto altro, caratterizza questo piccolo paese meridionale.

Positano è anche chiamata la ‘‘città verticale’’, presenta infatti molte vie da arrampicata e luoghi suggestivi come i tanti sentieri da esplorare per gli appassionati di trekking.

Questa cittadina si contraddistingue anche come luogo di shopping di lusso, tuttavia poche persone conoscono le leggende che si nascondono dietro di essa: la tradizione vuole che fu fondata dal dio greco dei mari, Poseidone, come dono alla sua amante, la ninfa Pasitea.

Quello che ancor più persone ignorano, però, è l’antica roccia di Montepertuso ed il mito che si posa su di esso.

Montepertuso è una piccola frazione di Positano, raggiungibile con il bus oppure anche in automobile dato che, rispetto ad altre zone del posto, c’è una buona possibilità di parcheggio: questa frazione, immersa nella natura, prende il nome dal monte che svetta sulla città stessa, che fa parte dei Monti Lattari.

Oltre ad essere estremamente affascinante e bella, dietro questa località campana si cela una storia leggendaria che parla della nascita del ‘‘pertuso’’, proprio all’interno del monte.

Scopriamo dunque tutte le curiosità, i sentieri e le informazioni utili per esplorare Montepertuso e la sua Chiesa di Santa Maria delle Grazie.

La leggenda di Montepertuso è uno dei racconti popolari più noti del luogo ed è anche la ragione per cui questo monte è diventato tanto famoso.

Secondo il mito, secoli e secoli fa, nel luogo che oggi è frazione di Positano, all’interno di alcune grotte naturali ricavate nel cuore della montagna, vivevano delle persone giunte dal profondo est.

La leggenda vuole che qui il Diavolo decise di dimostrare la propria potenza e capacità alla Madonna, tentando di creare un buco proprio dentro al montagna, usando solo le proprie mani; tuttavia, nonostante i suoi numerosi sforzi, il Demonio non riuscì nell’impresa.

La Madonna, mossa dalla pietà per il fallimento di tale gesto, decise di alzare la mano e di sfiorare il monte: la roccia si sgretolò di colpo e il Diavolo cadde giù dal precipizio, finendo sopra alle pietre sottostanti.

Secondo i fedeli e la mitologia popolare, ancora oggi è possibile osservare la sagoma del Demonio impressa nelle rocce.

Ma la storia non finisce qui: nella notte fonda, gli abitanti del luogo vennero svegliati di soprassalto da una tempesta fortissima; uscendo dal loro rifugio, videro un’intensa e bianca luce stagliarsi sopra al monte, con al centro una figura femminile.

La leggenda descrive questa come una bellissima e giovane ragazza, avvolta da mille fasci di luce e che, con voce serena, disse: ‘Non abbiate paura, il Demonio è stato sconfitto e i suoi sforzi contro questo monte sono finiti, perché distrutto è lo spirito maligno. Resti del suo corpo a forma di serpente si trovano sull’altro versante della roccia viva. Vieni dunque con me e accompagnami sulla collina della selva Santa, ove ci fermeremo per sempre’.

Evidentemente, il racconto fa riferimento alla voce di Maria: dopo aver battuto il Demonio, ha voluto rasserenare gli allora abitanti di Montepertuso.

Ad oggi, ciò che resta di questa leggenda è la bellissima chiesa di Santa Maria delle Grazie, proprio in cima al colle, eretta in onore della Vergine delle Grazie, che si erge proprio dinnanzi al monte con il buco che dà il nome al piccolo paesello.

Sentieri per il Trekking a Montepertuso

Il più bel sentiero di trekking a Montepertuso è una passeggiata naturalistica, della durata di circa un’ora, che vi consentirà di osservare la magnifica montagna con il buco che rende famoso questo luogo.

Come intraprendere il sentiero di trekking?

Semplice: dalla piazzetta principale del paesino Montepertuso, appena dopo il Ristorante ‘il Ritrovo’, inizia la passeggiata che porta direttamente al buco nel monte Gambera (all’altezza di 510 metri).

L’escursione è su un sentiero abbastanza semplice, ma la salita richiede uno sforzo medio: non si tratta di una passeggiata banale, ma nemmeno troppo difficile da compiere.

Per giungere in cima è necessario superare svariati terrazzamenti e salire alcune rampe di scale, immerse nella natura: il tempo di percorrenza di questa prima fase è all’incirca di 20 minuti.

Per fortuna sono presenti delle indicazioni molto precise lungo il sentiero, che vi consentiranno di giungere a destinazione senza alcun problema.

Alla fine, quello che potrete godere della vista del famoso buco nella montagna, legato proprio alla suggestiva leggenda del luogo.

Inoltre, dalla cima di Montepertuso potrete anche ammirare il fantastico panorama su tutta la Costiera Amalfitana: portate con voi la macchina fotografica, gli scatti da lì sono memorabili. Basti pensare che dal punto più alto della vetta, nelle giornate più limpide, è possibile scorgere persino i bellissimi ed unici Faraglioni di Capri.

Come arrivare a Montepertuso

Raggiungere Montepertuso è davvero molto facile: è possibile arrivare con la propria auto, dato che è molto semplice trovare parcheggio.

Percorrere l’autostrada A1 fino al casello autostradale di Napoli: dopodiché, superato il casello, bisogna seguire le indicazioni ”Penisola Sorrentina” e poi uscire a Castellammare di Stabia.

Una volta usciti, dovrete seguire le indicazioni per Sorrento sulla SS 145 per circa 22 chilometri: dopo essere giunti all’incrocio del centro di Piano di Sorrento, bisogna girare a sinistra, percorrendo le indicazioni per Positano per circa altri 15 chilometri.

Giunti alla città di Positano, è necessario svoltare a sinistra al bivio di Montepertuso.

Per chi preferisce usare i mezzi di trasporto pubblici, invece, è possibile sfruttare sia i taxi che il servizio bus di Positano: quest’ultimo parte proprio dal centro di Positano (ovvero da Piazza dei Mulini) e arriva fino a Nocelle.

Esiste proprio una fermata nella piazzetta di Montepertuso, alla quale bisogna scendere.

Dove si trova Montepertuso

Montepertuso è un piccolo borgo che fa parte del comune di Positano, in provincia di Salerno, nella regione Campania. La località di Montepertuso dista all’incirca un chilometro dal medesimo comune, di cui essa è frazione.

Conclusione

Montepertuso è sicuramente la destinazione ideale sia per le famiglie che per coppie o gruppi di amici che amano il trekking e che vogliono godere di una passeggiata intrigante e di un panorama unico nel suo genere.

Ricca di piccoli giardini e di edifici storici, Montepertuso è una tappa obbligata per chi decide di visitare la Costiera Amalfitana e vuole scoprire ogni anfratto e ogni piccolo borgo della zona.

Il buco nella montagna di Montepertuso è un’attrazione davvero unica, introvabile nel resto del mondo e che ogni anno attira decine di migliaia di visitatori, incantati dal paesaggio suggestivo e dalla leggenda centenaria, che aleggia sull’incredibile struttura naturale del monte.



Booking.com

error: Content is protected !!